giovedì 26 gennaio 2017

Pasta al radicchio, panna e speck


Pasta radicchio, panna e speck è un primo molto saporito e decisamente invernale ...supergustoso da provare assolutamente!
Pochi ingredienti e successo assicurato!
Io uso il radicchio chioggia, che ha le foglie più large ed è più dolce, così piace anche alle mie bimbe Per quanto riguarda la panna assolutamente quella fresca, non amo la panna da cucina non mi piace il sapore perchè troppo "industriale"  e oltretutto la trovo troppo densa.

Ingredienti:
400 gr. di radicchio chioggia
250 ml di panna fresca
100 gr. di speck del sudtirolo
1 scalogno
olio evo
sale
parmigiano qb

Procedimento:
Pulite e tagliate il radicchio a listarelle sottili, pulite e tritate finemente lo scalogno.
Tagliate a listarelle sottili lo speck.
Prendete una padella capiente  e fate appassire lo scalogno con l'olio, quindi aggiungete lo speck e fatelo rosolare a fiamma sostenura.
Aggiungete poi il radicchio, abbassate la fiamma e fatelo appassire, aggiungendo un po' di acqua, se serve.
Quando il radicchio sarà morbido e ben stufato, aggiungete la panna e lasciate cuocere per qualche minuto.
Nel frattempo cuocete la pasta e scolatela molto al dente.
Finite la cottura della pasta assieme alla salsa al radicchio e speck.
Ultimo tocco una buona spolverata di parmigiano, amalgamate.
Sevite caldo! Buon appetito!




martedì 26 luglio 2016

Frittata di spaghetti

Con la bella stagione questa ricetta non può mancare!
La frittata di pasta è un ottimo pasto da consumare durante le scampagnate all'aria aperta o  in spiaggia e assolutamente perfetta da portare in schiscetta!!!
Nasce come piatto di recupero della pasta avanzata il giorno prima  ma a me piace la versione bianca e a casa mia è difficile che avanzi così tanta pasta, perciò riporto una ricetta che prevede la cottura apposta della pasta.

Ingredienti:
300 gr di spaghetti
4 uova
una noce di burro
pepe nero
parmigiano
scamorza affumicata
pancetta o salame

Procedimento:
Mescolare assieme in una terrina le uova, il burro, il parmigiano, il salame o pancetta precedentemente rosolata tagliati a cubetti sale e pepe.
Cuocere la pasta al dente e unirla al composto.
Prendere una padella capiente per la cottura della frittata, riscaldare un filo d'olio e versarvi metà del composto di pasta livellarlo aggiungere la scamorza tagliata a piccoli cubetti e ricoprire con il composto restante.
Cuocere come una normale frittat girandola non appena la parte di sotto appare bella rosolata.
Consiglio di gustare la frittata di pasta fredda!



mercoledì 13 aprile 2016

Spaghetti al sugo di totani


Di seguito la ricetta per la preparazione di questo ragù di mare saporito che si sposa perfettamente agli spaghetti.
Ingredienti
350 gr. di spaghetti
800 gr. di totano
Pomodori datterini
Un cucchiaino di triplo concentrato di pomodoro
1 spicchio d'aglio
1 scalogno
1 ciuffo di prezzemolo
1 cucchiaino di zucchero
sale
pepe o peperoncino
1/2 bicchiere di vino bianco
olio evo

Preparazione
Prendete una padella capiente, mettete l'olio e fatevi dorare l'aglio e lo scalogno tritato.
Aggiungete i totani precedentemente puliti ed affettati
Fateli rosolare un po' e aggiungete il vino, fate evaporare e abbassate la fiamma.
Aggiungete un cucchiaino di triplo concentrato di pomodoro, i pomodori datterini, il prezzemolo tritato,lo zucchero il sale e il pepe .
Continuate la cottura a fuoco molto basso per circa 20 minuti finchè i totani saranno teneri.
Nel frattempo portate a bollore l'acqua in una pentola e cuocete gli spaghetti.
Scolate gli spaghetti molto al dente e saltateli nel sugo di totani.
Terminate con una spruzzata di prezzemolo tritato.





Biscotti al burro di arachidi


Questi biscotti sono delle vere bombe caloriche, ma se avete bisogno di qiualcosa di buono e che vi tiri un po' su, allora sono l'ideale.

 Ingredienti
150 gr. burro
150 gr. zucchero di canna
3 cucchiai di burro di arachidi
300 gr. farina
1 uovo
nocciole tritate qanto basta

 Preparazione
Mescolate il burro ammorbidito con lo zucchero di canna ed il burro di noccioline fino a rendere il composto morbido e leggero. Io ho usato la planataria con il gancio cappa, ma va bene anche a mano con un po' di fatica in più.
Incorporate al composto l'uovo e la farina poco alla volta.
Aggiungete la granella di nocciole a vostro gusto ed amalgamate.
Impastate il composto e con l'aiuto di una pellicola formate dei salsicciotti del diametro che vorrete  dare ai biscotti.
Lasciate riposare i rotoli in frigo per circa due ore.
Tagliate i rotoli, ricavandone dei dischetti.
Stendete i dischetti su una teglia ricoperta da carta da forno.
Infornate in modalità statico a 180° per 10 min. fino a doratura.


venerdì 12 febbraio 2016

Polpette di tonno e ricotta



Ricetta semplice e gustosa, ottima soluzione quando si è a corto di idee e poi sono apprezzatissime dai più piccoli.
 Ingredienti:
200 gr. di tonno  ben sgocciolato
250 gr. di ricotta ( di pecora o vaccina)
 2 uova
25 gr. di parmigiano grattuggiato
1 pizzico di prezzemolo tritato
15 gr. di capperi
Pan grattato
Sesamo
sale
pepe
olio evo

Preparazione:
Prendete il tonno ben sgocciolato  e mescolatelo in una ciotola con la ricotta, amalgamate bene gli ingredienti.
Unite quindi le uova, il parmigiano, il prezzemolo e i capperi.
Aggiustate di sale e a piacere pepe.
Se l'impasto dovessere risultare troppo liquido potete aggiungere del pangrattato fino a raggiungere la giusta consistenza per formare delle polpette.
A questo punto non resta che fare tante polpette di grandezza regolare passarle nel pan grattato unito ai semi di sesamo ed il gioco è fatto!
Disponete le polpette su teglia con carta da forno (così non si attaccano :)), passate quindi sulle polpette un filo do olio evo.
In forno a 180° per circa 30 min.

Buone sia calde che fredde!







venerdì 9 ottobre 2015

Tagliatelle ai funghi porcini e salsiccia



Oggi  un piatto goloso d'autunno per tutti gli appassionati di funghi.
E' una versione ricca, sicuramente per chi non teme la linea :).
Ingredienti:
Tagliatelle
Salsiccia 400 gr. (io ho usato la Luganega)
Aglio
Olio evo
Sale
Pepe
Parmigiano
Vino bianco
Panna fresca
Procedimento:
Pulire e tagliare i funghi porcini. Liberare la carne della salsiccia dal budello e sminuzzarla.
In una padella capiente fare rosolare l'aglio con l'olio.
Togliere l'aglio, una volta dorato, e mettere a rosolare la salsiccia sminuzzata.
Lasciare cuocere qualche minuto a fuoco vivace, quindi aggiungere il vino, lasciare evaporare. Aggiungere i funghi. Abbassare il fuoco e lasciare cuocere per dieci minuti circa.
Nel frattempo cuocere le tagliatelle in abbondante acqua salata.
Scolare le tagliatelle a metà cottura e versarle in padella.
Ultimare  la cottura mantecando il sugo con un po' di panna fresca e parmigiano.
Non resta che impiattare e gustare questa prelibvatezza autunnale!

Mari




giovedì 24 settembre 2015

Il mondo della pasta fresca

Oggi vi raccontiamo del bel corso di pasta fresca che abbiamo seguito da Eataly sulla pasta fresca.
L'esperienza di per se' è stata una figata! Bella l'atmosfera, tutti lì col proprio grembiulino e col cappello da cuoco (che ci hanno fornito), tanta la voglia d'imparare, ognuno di noi ha trovato davanti a se' un tavolino con farina, uova e mattarello e davanti a noi lo chef Gabriella Cinelli col suo bel gruppo di aiutanti volontari a completare l'allegra brigata.


Durante la lezione, durata 3 ore, abbiamo imparato a preparare l'impasto, a stendere la sfoglia e farne ravioli, cappelletti e cannelloni passando anche per l'impasto e l'arricciatura dello gnocco di patate.


È stata una lezione faticosa, perché lavorare e stendere la pasta richiede forza, ma molto interessante e ricca di soddisfazione per i risultati ottenuti. Non sono mancati momenti divertenti, di sfida tra i partecipanti (alla sfoglia più sottile) ed è stato bello anche collaborare con chi abbiamo trovato a fianco per un buon risultato di gruppo.
Alla fine tutto ciò che abbiamo preparato è diventato il banchetto (insieme ai meravigliosi condimenti preparati dallo chef e dai suoi aiutanti) per la nostra cena. Splendido convivio di affamati, visto che si eran fatte le 10 di sera, abbiamo fatto tanto onore al nostro lavoro. Sul tavolo ravioli ricotta e spinaci conditi con burro e salvia o con sugo di pomodorini freschi, tortellini ripieni di carne con sugo all'aglione, gnocchi al sugo ed infine cannelloni ripieni di stracciatella di bufala e ricotta con sugo e besciamella... niente male no?

martedì 8 settembre 2015

Peperoni ripieni

Buoni, buonissimi! Sono i peperoni ripieni di tonno, nutrienti e saporiti, buoni caldi e ottimi freddi.
La ricetta è semplice ma come tutte le ricette "pasticciate", con ripieni di qualsiasi tipo, richiedono un pochino di tempo nella preparazione.
 Per questo motivo consiglio di prepararne un bel po' quando si decide di cimentarsi! ^_^



Ingredienti:
  • Peperoni - io ne ho usati 6 piccoli e tondi (simili a pomodori) se ne prendete di più grandi riducete le quantità (4 se medi e verticali, 3 se sono grandi e in questo caso andranno divisi a metà e sdraiati)
  • tonno sott'olio - 240 g (3 scatolette) 
  • latte - 2 bicchieri circa
  • pane - 1 rosetta o due fette di pane
  • 2 acciughe sott'olio
  • un pugno di capperi
  • parmigiano - 2 cucchiai 
  • patate (facoltative come contorno)
Come prima cosa ho tagliato il pane a pezzetti e l'ho messo nel latte per farlo ammorbidire.
Ho lavato i peperoni, ho tagliato la parte superiore giusto a creare il cappellino per aprire e farcire il peperone. Ho svuotato il peperone eliminando semi e parte bianca.
Ho frullato il tonno, le acciughe, i capperi, il parmigiano ed il pane ammorbidito nel latte, affinché diventi una crema omogenea e morbida, aggiungendo anche il latte, un po' alla volta per evitare che la farcia risulti troppo densa e secca. Considerate che in forno il composto di tonno si addenserà quindi è importante che sia cremosa all'inizio!
A questo punto si accende il forno a 180°, si unge una teglia e si procede disponendo la farcia di tonno nei peperoni. Una volta posizionati i peperoni sulla teglia li ho coperti con i loro cappellini e ho riempito la teglia con le patate che stanno sempre bene.
Ho infornato e, se non avete troppa fame, dovete aspettare 40 minuti circa. Io non ce l'ho fatta, dopo mezz'ora ho ceduto al languorino e li ho mangiati non del tutto cotti... ma il giorno dopo erano perfetti!!!

A presto!
Elena



lunedì 7 settembre 2015

Insalata di polpo con patate e olive (cottura in pentola a pressione)


Ricetta facile facile e anche veloce  grazie  alla cottura in pentola a pressione che dimezza i tempi!

Ingredienti:

800 gr. circa di polpo
1 costa di sedano
1 bicchiere di vino bianco
3 patate medie
Una manciata di olive nere
1 limone
olio evo
un ciuffo di prezzemolo
sale
pepe

Preparazione:
Lavare il polpo e metterlo nella pentola a pressione con qualche grano di pepe nero, una costa di sedano, e bicchiere d'acqua e il vino bianci.
Cuocete il polpo per circa 15 min. dall'inizio del fischio della pentola dopo aver abbassato la fiamma.
Una volta cotto e freddato nel suo liquido, tagliarlo grossolanamente.
Nel frattempo pelare e cuocere le patate nella stessa pentola immergendole nella stessa acqua in cui si è cotto il polpo. Tempo di cottura dal fischio di circa 10 min.
Quando le patate sono pronte, scolatele,  tagliatele a pezzi e aggiungetele in una ciotola assieme al polpo e alle olive.
Condite l'isalata con olio d'oliva, prezzemolo tritato e sale. Mescolate bene per fare insaporire le patate.
Lasciate riposare l'insalata per almeno un paio d'ore.
L'isalata di polpo sarà ancora più buona il giorno dopo!

Alla prossima!


martedì 1 settembre 2015

Gnocchetti alle vongole veraci e pachino


Preparazione per 4 persone
Ingredienti:
500 gr.  Gnocchetti di patate
500 gr. Di vongole veraci
½ bicchiere di vino
2 spicchi d’aglio
Olio evo qb
Un grappolo di pomodoretti pachino
½ cucchiaio di triplo concetrato di pomodoro
Sale
Pepe
Un ciuffo di prezzemolo

Preparazione:
Prendete una pentola capiente mettete l'olio, uno spicchio d'aglio un ciuffetto di prezzemolo e le vongole, precedentemente lasciate a spurgare per almeno una mezz'ora, pochi minuti a fuoco vivace.
Appena le vongole iniziano ad aprirsi sfumate con il vino bianco e lasciate evaporare.
Quando le vongole si sono aperte tutte, spegnete il fuoco e trasferite le vongole in una ciotola.
Filtrate il sughetto delle vongole, in modo da eliminare impurità rimaste.
Pulite quindi le vongole, lasciandone qualcuna con il guscio per decorazione.
Prendete quindi una pentola e fate rosolare uno spicchio d’aglio con olio d’oliva, aggiungete quindi l’acqua di cottura con le vongole, i pachino lavati e  tagliati in quattro e gli gnocchetti, che cuocerete direttamente nel sughetto delle vongole.
Mantecate aggiungendo mezzo il triplo concentrato di pomodoro, sale e pepe qb.
Spegnere il fuoco a cottura degli gnocchetti ultimata. Aggiungere a piacere una spolverata di prezzemolo tritato.
servite e gustateli.

Alla prossima tentazione!